La carovana Orange approda a Portoferraio per la terza tappa del Trofeo 2017. Assoluta a Robert Malanchini del Sissi Racing, in un week end soleggiato e divertente.


All’isola d’Elba il nostro Trofeo era già stato organizzato lo scorso anno e tornare a Portoferraio è servito a sfruttare al meglio il lungo ponte del primo Maggio. La sciocca concomitanza del regionale toscano non ha impedito di avere al parco chiuso ben 205 motociclette orange, per un colpo d’occhio magnifico all’interno del porto dove era stato organizzato il village 100% orange.

A coordinare il tutto ci ha pensato Mago Fasola, che dal suo prodigioso cilindro ha estratto una gara tosta che ha ricalcato abbastanza la prova di Campionato Italiano Motorally qui disputata a Marzo. Incastrare una gara di Enduro all’interno di un week end quasi estivo in un posto come l’Isola d’Elba non è certo impresa facile, turisti in auto, in moto, a piedi, in bici e anche in barca non hanno impedito che la gara si svolgesse regolarmente, con i nostri orange riders che hanno rispettato con estrema diligenza le raccomandazioni impartite dallo Staff KTM durante il Briefing del sabato sera.

Prove cronometrate ad inizio giro con Linea molto sassosa e tecnica di circa 3 minuti e Fettucciato da oltre sei, all’interno di un podere che sembra fatto apposta per disputare una gara come la nostra.  Alle ore 8,45 la voce dello speaker, Lorenzo Graziotti, ha prepotentemente svegliato gli elbani preparando per il via i riders della Categoria Super che, come d’abitudine, ha inaugurato le partenze dei piloti del Trofeo. 3 al minuto, come da regolamento e giro dai panorami mozzafiato per un tour dell’isola toscana di  circa 50 chilometri, che ha toccato Marina di Campo transitando per la magnifica quanto impegnativa mulattiera del Montorello.  Scalare il Montorello è come per un ciclista calcare il pavè delle Fiandre! Impegnativo, sassoso, duro e polveroso, in un mix che fino alla fine non concede respiro anche a piloti navigati ed esperti. Speciali cronometrate sin dal primo giro e un solo c.o. che ogni 2 ore scarse riportava attraverso l’obbligatorio asfalto al porto di Portoferraio. I gemelli Roncaglia del Team Moto Race Modena erano gli “osservati speciali” in considerazione delle ottime prestazioni ottenute nelle prime 2 prove di San Bartolomeo e Rapolano. Non solo i Roncaglia però avevano ambizioni di vittoria, con lo squadrone del Sissi Racing schierato con tutte le sue punte di diamante al via, primo fra tutti Robert Malanchini partito davvero “a bomba” già dalla prima p.s. ed in grado di amministrare il vantaggio accumulato sino alla fine.

Malanchini primo nella Super, davanti al compagno di squadra Federico Aresi e alla vecchia volpe Federico Mancinelli. Per le classi di Trofeo vittora di Alessandro De Vecchi nella E1 2T, di Carlo Tagliani nella E1 4T, di Mattia e Marco Roncaglia nella E2 e nella E 3, mentre tra le poliedriche Freeride vittoria per Federico Buttò, Epoca ancora a Stefano Gibertoni ed Ultra Veteran ad Andrea Rastrelli. Tra i tanti ospiti si sono imposti Enrico Zilli nella E10 e Paolo Pellegrini nella E00. Squadre di Club al Broncino di Albavilla e di Concessionaria a Moto Race Motosport di Modena.

Da segnalare la massiccia presenza dei piloti di “Calabria Enduro” capitanata dal Concessionario KTM Roberto Romiti di Officine Borboniche di Cosenza, Complimenti!

Prossimo appuntamento a San Marino, dove il Moto Club Titano aprirà le porte dell’impianto storico della Baldasserona nel week end del 3 e 4 Giugno. Ancora disponibili le Kappa della gamma 4 Tempi a noleggio, per un approfondito test all’interno di una gara vera.

Un grandissimo in bocca al lupo allo sfortunato Nicolas Ricci, protagonista al suo esordio nell’enduro, di una brutta caduta nella prova in fettucciato. Per lui qualche ossicino rotto e tanto spavento…alla prossima (anche con il gesso…) ti vogliamo dei nostri a tifare papà Ilario!

Info iscrizioni e classifiche sempre su www.ktminfoservice.it

COMMENTI